Strategie per una comunicazione efficace all’interno del tuo team

Formazione aziendale | 9 Nov 2023

Strategie per una comunicazione efficace all’interno del tuo team

Formazione aziendale | 9 Nov 2023

Indice

Clicca per scorrere alle sezioni
  • La comunicazione in azienda
  • Comunicazione efficace
  • Comunicazione interna
  • Le skills di un bravo leader
  • Comunicare con il tuo team
Vuoi insegnare al tuo team come comunicare in maniera efficace?
Scopri l’area Business!

Nel corso del tempo la capacità di comunicare in maniera efficace all’interno dei propri team è diventata una vera e propria skills. Questa non è richiesta solo a chi si trova ai vertici della struttura organizzativa ma anche a coloro che ricoprono le altre funzioni manageriali e operative. Un’ottima capacità comunicativa, infatti, si rivela essenziale nel momento in cui si cerca una maggiore collaborazione e cooperazione tra i membri interni della propria attività.  

Ma, nel dettaglio, cosa possiamo fare per migliorare le nostre capacità comunicative? Leggi il nostro nuovo blog post per saperne di più.

La comunicazione in azienda

La comunicazione è la chiave di volta dell’organizzazione di un’azienda, un aspetto fondamentale in grado di garantire il perfetto funzionamento di tutte le attività che si sviluppano all’interno di questa. È infatti il modo in cui qualsiasi tipo di informazione e direttiva viene trasmessa tra collaboratori e i dirigenti, coinvolgendo quindi tutti gli attori che agiscono all’interno di un’impresa.

Avere però una comunicazione efficace non è affatto semplice. Saper comunicare va infatti oltre la capacità di utilizzare correttamente il linguaggio e le parole in quanto implica anche due ulteriori abilità: l’ascolto attivo e la comprensione. Queste risultano essere altamente necessarie per creare un contesto comunicativo chiaro e trasparente, all’interno del quale è possibile allinearsi verso obiettivi comuni. 

A differenza del passato, poi, anche la comunicazione in azienda, come diversi altri aspetti dell’organizzazione e della cultura di impresa, ha subito dei cambiamenti. Oggi infatti è favorita la partecipazione attiva delle risorse e la condivisione di informazioni tra questi e i responsabili. Parliamo quindi di una tipologia di comunicazione stimolata dal basso, che non rispetta la gerarchia strutturale, ma che apporta vantaggiosi benefici nel clima aziendale, generando un ambiente di lavoro sano. 

L’importanza di una comunicazione efficace

Avere un’efficace comunicazione in azienda influenza in modo positivo il clima all’interno dell’organizzazione e l’efficienza operativa. Non basta presentarsi in ufficio e sedersi alla propria scrivania perché tutti, in un modo o nell’altro, partecipano allo sviluppo dell’azienda e al benessere sociale all’interno di essa. Per fare questo, naturalmente, sono indispensabili delle buone doti comunicative: non a caso una delle soft skills più richieste nel mondo del lavoro, è la capacità di saper comunicare.

Come abbiamo detto in precedenza, una comunicazione efficace avviene sia tra i colleghi sia tra professionisti che svolgono attività differenti e quindi ricoprono un ruolo diverso in azienda. Tuttavia, la linfa vitale di un’impresa sono i collaboratori è quindi importante ascoltarli, rispettarli e coinvolgerli attivamente nelle dinamiche aziendali. 

Attraverso una condivisione delle informazioni dal basso verso l’alto, si dà uno spazio al personale per esprimere le proprie opinioni, suggerimenti e preoccupazioni che così non rimangano inascoltate. Questa apertura favorisce il dialogo e permette di instaurare un rapporto di fiducia, creando un ambiente stimolante per l’azienda e per tutte le persone impiegate.

Tipologie di comunicazione interna 

Incoraggiare la comunicazione tra risorse e datori di lavoro è importante per la serenità delle risorse, ma questa non è l’unico modo esistente per garantire creare un ambiente di lavoro sano. Ci sono, infatti, diversi modi di comunicare in modo efficace,  scopriamone insieme alcuni:

  • comunicazione formale: questa tipologia segue le linee gerarchiche ed è tendenzialmente dall’alto verso il basso. Si basa su regole e protocolli aziendali, quindi direttive o comunicati ufficiali;
  • comunicazione informale: non segue regole e protocolli aziendali e si verifica spontaneamente tra i membri del team. Coinvolge canali di comunicazione come social network interni;
  • comunicazione verticale: avviene tra dirigenti e collaboratori, quindi rispetta la catena gerarchica. Comprende riunioni, feedback da parte di superiori e comunicazione di direttive aziendali;
  • comunicazione orizzontale: avviene tra membri sullo stesso livello gerarchico, perciò tra colleghi dello stesso livello e si tratta della condivisione di idee, risorse o informazioni;
  • comunicazione ascendente (o bottom-up): si tratta di un tipo di comunicazione che può partire da qualsiasi livello gerarchico, tendenzialmente dal basso, verso l’alto, cioè verso i propri superiori;
  • comunicazione scritta: di tipo più formale, questa forma di comunicazione implica la creazione di documenti scritti come memo, email, relazioni e politiche aziendali;
  • comunicazione orale: è un mezzo diretto e interattivo per trasmettere informazioni e comprendere videoconferenze, riunioni e telefonate.

In generale, questi tipi di comunicazione non sono da considerare a sé stanti, anzi, la loro combinazione può contribuire a creare un ambiente di lavoro stimolante, collaborativo e produttivo, al fine di creare un senso di fiducia nei collaboratori. Sono proprio questi ultimi infatti a rappresentare il cuore pulsante dell’azienda ed è perciò importante dar voce alle loro esigenze.

Vuoi insegnare al tuo team come comunicare in maniera efficace?
Scopri l’area Business!

Le skills di un bravo leader

Un’azienda è un meccanismo complesso e necessita di una figura in grado di coordinare e gestire tutte le attività, ma anche interagire con successo con i propri collaboratori. Stiamo quindi parlando di una figura leader che deve possedere ottime competenze relative al settore di riferimento e appropriate capacità che gli permettano di comunicare chiaramente gli obiettivi del business e coinvolgere tutte le risorse, incoraggiando la partecipazione attiva.  Ma quali sono le skills per diventare un bravo leader?

  • empatia: un manager deve essere in grado di comprendere i punti vista, le esigenze e i sentimenti delle persone, in modo da favorire relazioni positive e costruire un ambiente di lavoro produttivo;
  • problem solving: i problemi sono all’ordine del giorno, sia nella vita quotidiana, sia in un contesto lavorativo. Con la collaborazione tra tutte le risorse possono però nascere idee e soluzioni in grado di contribuire al benessere dell’azienda;
  • pensiero critico: consente di prendere decisioni consapevolmente e trovare delle soluzioni creative ai problemi. Può essere considerata una life skill dato che si applica tanto all’ambiente lavorativo, quanto alla vita quotidiana;
  • gestione delle relazioni: una soft skill utile a tirar fuori il meglio da ogni membro del team;
  • comunicazione efficace: ultima ma non per importanza, essenziale per coordinare al meglio tutte le attività e migliorare il benessere complessivo.

Essere un bravo leader richiede inoltre l’abilità di saper equilibrare le soft skills in modo armonioso, creando un ambiente di lavoro in cui le persone si sentono valorizzate ed ispirate. In questo contesto una comunicazione efficace è di fondamentale importanza.

Come comunicare efficacemente con il tuo team

Abbiamo visto quanto una comunicazione efficace possa influire sia sul benessere delle risorse sia sulla produttività dell’azienda ma, per avere il massimo dell’efficacia, è importante seguire una serie di step indispensabili per ottimizzare i propri risultati:

  • essere chiari: cura la tua comunicazione affinché i tuoi messaggi possano risultare efficaci. I tuoi collaboratori devono infatti avere una  visione chiara degli obiettivi da raggiungere ed essere in grado di individuare come farlo; 
  • ascoltare: una buona comunicazione è bidirezionale ed è compito di un buon leader saper ascoltare e fare tesoro di quello che gli viene detto;
  • chiedere feedback: chiedi feedback e prendine nota. Non sempre quello che pensi sia più ottimale, funziona davvero. Ogni team è diverso e ha necessità diverse;
  • fare team building: prendersi del tempo per fare team building può aiutare a creare forti connessioni tra i collaboratori ma anche con i propri superiori;
  • utilizzare canali di comunicazione efficienti: migliora la chiarezza e aiuta a raggiungere tutti più facilmente.

In conclusione, possiamo affermare che avere una comunicazione efficace all’interno del proprio team di lavoro rappresenta un grande vantaggio competitivo in quanto consente di creare un ambiente di lavoro stimolante all’interno del quale tutti svolgono un ruolo indispensabile per il raggiungimento del successo aziendale

Se sei un’impresa e vuoi saperne di più sull’argomento, non esitare a contattarci.

Condividi:
Lacerba

Lacerba

Lacerba è nata a Berlino nel 2015, con l'intento di formare la prossima generazione di startupper e innovatori italiani. Sei anni dopo ci rivolgiamo principalmente ad aziende e singoli professionisti che hanno la necessità di sviluppare un mindset e delle competenze digitali, ma il nostro obiettivo è sempre lo stesso: abilitare chiunque a generare innovazione.

Scopri i corsi di
Lacerba per iniziare
la tua carriera nel
digitale

Ho letto l’Informativa Privacy e desidero vivere un’esperienza Lacerba ottimizzata (ricezione di news, sconti e promozioni personalizzate)*

Gli ultimi articoli

Smart working sì o smart working no? | HRelevant #14

Smart working sì o smart working no? | HRelevant #14

Lavorare da remoto offre una nuova prospettiva sulla nostra concezione di lavoro e apre le porte a una serie di vantaggi che influenzano positivamente la vita professionale e personale dei lavoratori e il modo in cui le aziende affrontano le proprie dinamiche operative. In questo articolo approfondiamo insieme i vantaggi che lo smart working porta.

leggi tutto